Visualizzazione post con etichetta Intruder. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Intruder. Mostra tutti i post

Intruder AI 6


Intruder (AI) Handbook



Last modified: Aug 12, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

6. Club Amatori ed Utenti AI

Esiste un Club Amatori e Utenti AI, che si prefigge scopi di diffusione e tutela dell'immagine di questo meraviglioso elettrodomestico. Ai soci, vengono praticati sconti e agevolazioni su tutta la gamma di ricambi originali e viene inviato un bollettino. In esso sono presentati gli utensili di nuova produzione, vengono organizzati incontri tra i soci per dimostrazioni dal vivo, si propongono nuovi utilizzi per accrescere la versatilità dell'Intrusore.
FINE

Intruder AI 4


4. Impiego

Last modified: Aug 12, 1997

Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

4. Impiego

4.1 Stretching particolare

Per prima cosa definiamo gli obbiettivi che intendiamo porci:
  1. ottenere di poter introdurre un oggetto nel nostro orifizio ancora vergine e quindi restio ad accogliere corpi estranei (in questa sede non mi è possibile trattare l'argomento a fondo: cioè delle cause che hanno indotto il nostro istinto a non gradire una tale operazione, ma alla prima occasione pubblicherò una dispensa sull'argomento);
  2. rendere il nostro orifizio delle stesse dimensioni del penetratore naturale del nostro partner.
Ed ora cominciamo! Muniamoci dell'utensile penetratore chiamato 'Basic Tool'. Questa periferica ha la prerogativa di poter essere utilizzata anche senza il corpo principale dell'AI. È disponibile nelle dimensioni da 8 di lunghezza e 1'' di diametro nella versione standard, oppure 3/4 di larghezza nella versione 'thick'. La sua caratteristica è quella di avere una base sufficientemente estesa da prevenire la totale inserzione. Inoltre possiede una forma molto simile ad un vero pene ed è molto flessibile in quanto fatto di gomma morbida. Complessivamente possiede tutte le caratteristiche ideali per un utilizzo didattico.
Consideriamo l'utilizzo manuale, e dopo quello tramite l'AI.
La penetrazione da parte della testa è la parte più difficile, ma probabilmente la più realistica, e Voi dedicherete piacevolmente la maggior porzione di tempo a Vostra disposizione a questa fase. Le tecniche che Vi consiglio sono due: inserire la testa con piccoli movimenti avanti e indietro, oppure inserirla ed estrarle completamente più volte. Ciò va fatto fino a che non comincerete a sentirlo piacevole, a questo punto sarete pronti per la sua totale inserzione. Vi consiglio di stabilire subito il tempo che vorrete tenerlo completamente inserito. Questo potrà sembrarVi strano, ma è la didattica che lo consiglia. RicordateVi che state cercando di allenare il Vostro ano come un qualsiasi muscolo. Pertanto, tenerlo inserito per appena uno o due minuti non sortirà alcun effetto per lo stretching. A tal riguardo possono aiutarVi coloro che riferiscono di utilizzarlo normalmente durante il giorno sotto i vestiti, per esempio per andare a fare la spesa nei grandi supermercati. E ciò è vero, e posso garantirvelo. Ma non Vi posso certo suggerire di fare due miglia al giorno correndo tenendolo inserito come fanno i più patiti. Piuttosto, utilizzatelo per 15-30 minuti facendo per esempio i lavori domestici, guardando la TV; probabilmente raggiungerete il punto in cui veramente non proverete alcun fastidio (difficilmente comunque arriverete a non accorgerVi che si trova lì, o almeno lo auspico).
Altri consigli per l'inserzione.
Per inserirlo completamente muovetelo e ruotatelo in modo da cercare l'angolo di incidenza più confortevole, più piacevole e meno doloroso per Voi.
Quando lo avrete fatto senz'altro vorrete ripetere l'esercizio, ma ora cercate di tenere lo strumento il più fermo possibile e cercate di ottenere la penetrazione muovendo il Vostro corpo e i fianchi. Questa è la migliore simulazione di quando il Vostro partner è sopra e Voi siete sotto, perché Voi non potete aspettarVi che sia in grado di trovare la penetrazione che Voi prediligete, ma dovete guidare il suo pene esattamente dove Voi lo volete. Dovete anche essere in grado di assumere la posizione migliore per la penetrazione. In particolare per questa operazione non sono in grado di consigliarVi la cosa migliore, la cosa migliore la conoscete solo Voi.
Quando Vi sentirete di maneggiare con padronanza lo strumento probabilmente vorrete passare ad uno più grande. I nostri cataloghi sono pieni di simili articoli. Il più grande che mi sia capitato di vedere era la copia del pene di Gabriele Pantello (un attore porno) della lunghezza di 15 1/2 per una larghezza di 3-4. C'è da considerare tuttavia che se voi foste in grado di utilizzarne uno simile, non ci sarebbe partner in grado di soddisfarvi.
Una considerazione sui prezzi: più grande in dimensione è la vostra richiesta, maggiore è la spesa. Comunque se voi foste nella più disperata miseria, un bel cetriolo o una banana possono essere accettabili sostituti (ma in tale caso il vostro AI risulterebbe inutilizzabile).
Tutti sono a conoscenza delle tre cose da avere a portata di mano durante una sessione di sesso particolare con il vostro partner, o con l'AI. Prima cosa il preservativo, e non credo che ci sia bisogno di tante spiegazioni. Secondo, un buon lubrificante. Io lo considero indispensabile, e lo uso sempre con il mio utensile abituale da 1, e ciò mi porta a pensare che risulti strettamente necessario per utensili di dimensioni maggiori. La vaselina è perfetta da utilizzarsi da sola, ma risulta inaccettabile se impiegata con un preservativo in quanto ne provoca la veloce lacerazione del lattice. Il prodotto XKY è per me la soluzione da preferirsi. Esiste un altro prodotto denominato AnalEze che dovrebbe rendere la penetrazione particolare facilissima, ma io non l'ho mai provato in quanto non ho la necessità di utilizzare prodotti così specializzati; e comunque può darsi che si tratti semplicemente di una bella etichetta per indurre a spendere un po' di più per un prodotto simile agli altri. La terza cosa che raccomando, ma può non essere necessario, è un buon assortimento di cuscini che possono essere utili per assumere la posizione per Voi più piacevole.
Vorrei a questo punto farvi considerare che il nostro AI supplisce da solo ai primi due punti trattati, essendo perfettamente igienico e lubrificato. Pensate invece alle difficoltà che si incontrano nel reperire un partner parimenti affidabile, premuroso, fantasioso; e aggiungiamo pure la spesa se dobbiamo rivolgerci ad un'agenzia specializzata. Questo ed altro dovrebbe portarvi a fare una attenta analisi della possibile scelta tra un partner ed il nostro AI.
Un'ultima cosa, non è una buona idea pensare di ridurre il dolore caratteristico di un buon rapporto particolare assumendo per esempio alcolici o pastiglie varie. Oppure, ho letto di un certo tipo di lavanda desensibilizzante da applicarsi con clistere per rendere più facile il sesso particolare. Ciò è probabilmente vero, ma si corre il rischio di non rendersi conto di cosa stia succedendo con il risultato che il partner può procurare danni al Vostro corpo. Vi assicuro che la via dell'esercizio e dello stretching particolare è quella che garantisce di ridurre il dolore oserei dire, portandolo entro i limiti del piacevole.

4.2 Utilizzo culinario

4.2.1 Meringhe 'piccanti'

Dosi per due persone. Occorrente: il vostro AI con la punta di lavoro a frusta. Il procedimento di preparazione richiede la partecipazione di almeno una femmina. Siccome questa potrà con difficoltà effettuare da sola le lavorazioni necessarie, è consigliabile la presenza di un cuoco esperto. Si potrà iniziare dalle meringhe. Si parte con l'utensile stimolatore per lei in modo da provocare una copiosa produzione di umori vaginali. La femmina deve assumere una posizione tale che le sue secrezioni non vadano disperse, quindi in generale con il pube rialzato. A questo punto si sostituisce l'utensile e utilizzando il sesso di lei a mo' di coppa si monta a neve il contenuto. Per questa operazione in genere non è necessario limitare la potenza dell'AI in quanto si lavora nelle condizioni ottimali di lubrificazione.
Si procede quindi alla cottura a forno della crema ottenuta e alla preparazione della panna. A differenza della precedente tecnica si utilizza un utensile a stantuffo del diametro poco inferiore a quello dell'orifizio particolare della vostra partner. Si riempie lo stesso con panna da dolci e si aziona l'AI dopo averlo introdotto con cautela, regolando al massimo l'escursione dell'intrusore. Per questa lavorazione si consiglia di iniziare a bassa velocità e sopratutto di interrompere in presenza di sospetti rumori ventrali. Si consideri tuttavia che una leggera verigazione marrone della crema non può che conferire una migliore estetica e sapore al prodotto, ma esagerando può provocare un veloce inacidimento della crema. Nel frattempo le meringhe saranno cotte e pronte per essere guarnite. Una piccola porzione di liquido seminale maschile montato a neve può risultare gradito specie alle vostre ospiti femminili. Come contenitore per l'operazione può essere utilizzato indifferentemente l'ano o la vagina. Vorrei solo osservare che utilizzando il primo si può incorrere nei problemi già sottolineati per la panna; utilizzando il secondo si può rischiare di ingravidare la partner; se però questa adotta già misure anticoncezionali il problema ovviamente non sussiste (tuttavia molti sostengono che la pillola sia causa di uno sgradevole retrogusto nelle meringhe stesse, ma a mio avviso ciò non è vero). Notate che se anche la vostra partner è mestruata, non si hanno grandi variazioni di gusto in quanto la cottura cristallizza la componente di sangue rendendola praticamente di sapore neutro e questo semmai, migliora l'aspetto estetico del piatto.
Un'ultima annotazione. Utilizzando una partner vergine, sia a livello vaginale che particolare, si ottiene una lavorazione più rapida. Da tale operazione deriva generalmente la lacerazione dell'imene. Ciò rende unico e di prezzo inquantificabile il prodotto ottenuto: per le grandi occasioni!
Mi raccomando, non aggiungete zucchero durante la lavorazione in quanto potreste procurare lesioni alle mucose della vostra partner; semmai aggiungete zucchero a velo a prodotto finito. I dolci così ottenuti possono essere annaffiati con liquori, sciroppi o gli stessi umori utilizzati per le preparazioni precedenti.

4.3 AI in the Lab

Nell'istituto di fisiologia applicata, l'AI possiede insospettabili qualità (ma ciò non ci stupisce in quanto lo scopo di questo manuale è di dimostrare l'incredibile versatilità dell'attrezzo). Per esempio è facile determinare i punti di maggiore sollecitazione durante un coito oro-ano-vaginale. Utilizzando infatti due partner reali, è difficile il rilievo dei segnali dai trasduttori, oppure si richiede l'inserzione di un endoscopio che senz'altro disturberebbe l'esecuzione dell'esperimento stesso. Un AI realizzato specificatamente per lo scopo è dotato di una fibra ottica coassiale e uscente dalla cima della testa dell'utensile. Basta quindi sostituirlo al partner attivo.
Tramite questa tecnica vengono progettate tutte le punte utensili utilizzate dall'AI stesso.

4.4 Varie

In talune nazioni si usa indicare la potenza di un incursore tramite l'indicazione della cilindrata; ebbene il vostro AI può raggiungere la bellezza di 200 cc. Ora è disponibile anche l'utensile per cane e gatto. Il vostro cane vi disturba il mattino, il vostro gatto vi disturba di notte? La causa è una sola e ben nota, e l'AI vi viene incontro mettendovi a disposizione un potente mezzo per appagarne le voglie (o dargli una indimenticabile lezione).
Il vostro partner è nervoso? È di pessima compagnia, ha scarso rendimento nel coito? Qui ci vuole una doppia penetrazione! Con la punta a doppio fallo si avvia l'AI e... IFIX TCHEN TCHEN, scatta il fluido erotico e l'armonia e la letizia è ristabilita in ogni coppia.

4.5 Mu

Sul come l'AI possa radicarsi e modificare rapidamente la società moderna, possiamo citare il caso del Mu. Si tratta curiosamente di un nuovo metodo terapeutico orientale (... e si badi quanto tradizionalista sia tale cultura). Consiste nella pressione con l'AI nei punti vitali del corpo umano, ed è un rimedio per numerosi mali o anche solo una valida tecnica di rilassamento e di riequilibrio bioenergetico. Ormai in tutte le grandi città occidentali vengono organizzati corsi introduttivi, aventi come unico scopo l'insegnamento delle elementari tecniche di contatto e pressione, e le conoscenze di base per una pratica familiare piacevole ed efficace.

4.6 Raccolta di pareri

Più utile per la comprensione delle potenzialità di questo meraviglioso prodotto, sono forse alcune lettere inviateci dai nostri clienti da ogni parte del mondo. Assunta Cacace (casalinga, Posillipo): 'Da quando ho acquistato il vostro meraviglioso apparecchio è ritornata la serenità in famiglia. Finalmente dopo il licenziamento di mio marito, il rogo della casa, la violenza carnale subita da mia figlia dodicenne, il sorriso è comparso anche sulla bocca di mio marito e dei figli. È na' vera cippa o'cazzo...'.
Maria Sneider (impiegata, Berna): '...inoltre grazie al piacevole e continuo sforzo nell'usare l'Intruder ho perso anche 5 Kg in un mese e ho ricevuto una promozione...'.
Jimmi Austin (minatore, Texas): 'Even if isn't always used to hanole suca things, I find your toy wanderfully blasting... ' (anche se sono abituato da sempre ad usare oggetti come questo, trovo il vostro giocattolo deliziosamente devastante).
Hang Hu (ingegnere, Tokio): '...Á/%/)%+N69Ú£!' (che cazzo!).
FINE

Intruder AI 5


5. Attualità dell'AI

Last modified: Aug 12, 1997Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

5.1 Il personaggio del mese

Possiamo proseguire il nostro viaggio nella conoscenza e familiarizzazione dell'AI visitando il laboratorio dell'artigiano più noto nella produzione personalizzata di penetratori. Ho di fronte a me John Geordan, un uomo sulla settantina, alto, canuto. Gli chiedo da quanto eserciti questa professione. -Artigiano del legno lo sono sempre stato, ho sempre fabbricato piccoli oggetti a scopo ornamentale fino alla età di cinquant'anni. Dopo di che mi sono specializzato in falli, e quindi saputo dell'esistenza dell'AI ho decisamente orientato la mia produzione in pezzi utilizzabili da questo mirabolante attrezzo.
-Ci spieghi, ma perché proprio falli?
-È stato il mio psichiatra. Vede a cinquantanni sono venute meno le mie erezioni e ciò è stato talmente traumatico per me che cominciai a presentare segni di pura follia. E quindi andai in psicoterapia. Il mio dottore identificò subito il mio problema e mi suggerì la soluzione. Ad essere sincero però fu mia moglie a sostenermi con maggiore entusiasmo, in quanto anche lei soffriva per la mia andropausa. E poi vede, lei è molto più giovane di me, e molto esigente sessualmente, e il vederla soffrire anzitempo per le privazioni da me, mio malgrado, imposte mi struggeva.
-Quindi sua moglie l'ha appoggiata.
-Certo. Inoltre, ogni mia opera passa prima attraverso il suo giudizio, sia estetico che funzionale. Si immagini che le prime volte, per premura nei miei confronti, i collaudi voleva effettuarli da sola. Poi capì che esprimendo tutta la sua partecipazione a questi rapporti, diciamo artificiali, non faceva che appagare il mio orgoglio di artista, e di maschio in quanto ogni mia opera è come se fosse parte di me. Cioè intendo dire che ogni suo orgasmo era opera della mia virilità espressa non attraverso il mio membro ma dal mio intelletto. Ora le prove le effettuiamo insieme e ogni suo gemito, ogni suo urlo, ogni suo mugolio o graffio sulla mia pelle sono a tutti gli effetti opera mia. In altre parole ancora, siamo sessualmente più appagati di prima. Le confido il mio sogno: ormai anche mia moglie ha raggiunto la soglia della menopausa, e con l'esperienza che le ho trasmesso nell'arte della lavorazione della materia senz'altro si applicherà nella costruzione di vagine meccaniche. E ciò permetterà di prolungare in eterno il sesso tra noi: l'eterna giovinezza.
-Non posso nasconderle una certa mia riluttanza a immaginare la scena di un coito tra un AI e un'altro organo artificiale...
-Ma gliel'ho già detto. La passione che metto io e che mette lei nelle nostre opere è tale da considerarle realmente appendici di noi stessi. Ma forse lei è giovane e non riesce a capire...
-D'accordo. Proseguiamo. Ci illustri la sua produzione visto che ci troviamo in una vera e propria galleria delle sue opere, mi pare che in catalogo ve ne siano più di mezzo migliaio tra utensili per AI, utensili manuali e sculture.
-Certo le mostrerò solo le più originali, in quanto gran parte sono solo falli dedicati ad uno specifico orifizio vaginale o particolare di uno specifico committente. Ovviamente di questi sono importanti i minuscoli dettagli, le venature, le curve, gli anfratti. A volte addirittura sono fatti per ricordare il membro del coniuge o partner scomparso... o invecchiato.
-Ah, interessante questo aspetto, non ci avevo mai pensato, molto delicato e romantico. Ciò la conferma come un'artista raffinato, intelligente e sensibile.
-Grazie. Ma come le ho detto forse lei non ci ha pensato perché è ancora giovane e quando si è giovani non si pensa alla caducità dei peni... o scusi, dei beni terreni (ride).
In questa teca sono esposti i modelli richiestimi da ordini religiosi. Come vede, accanto ai classici a foggia di crocefisso mi sembra interessante questa interpretazione de 'L'ultima cena' di Leonardo da Vinci. I dodici peni raffiguranti gli apostoli fanno corona a quello centrale dotato di un'aureola con funzione inibente l'estasi. Complessivamente viene utilizzato sia presso ordini di frati che di suore. Lo scopo è ovviamente di mortificazione: il penitente viene penetrato dalla figura centrale, ed è mortificato dal godimento dei confratelli vicini che per assecondarne i pii intenti, fanno di tutto per esternare il proprio piacere con allusioni alle proprie sensazioni e con canti di giubilo e letizia. Alla stessa funzione è dedicato questa 'Natività' da utilizzarsi però solo in due, una Madonna e un Bambin Gesù. Idem, questa 'Crocifissione di Gesù' in cui al contrario ai due penitenti spettano i ladroni mentre al confratello che si mette a loro disposizione spetta la figura centrale più raffinata ed efficace come realizzazione. Per la mortificazione della carne invece il pezzo migliore è questa raffigurazione di S.Cristoforo trafitto dalle frecce, e questa 'Passione del Cristo' con la fronte cinta dalla corona di spine.
-Alla vista di queste opere non posso che immaginarla come un uomo di grande fede, è così?
-Certo! E faccio opere indirizzate anche ai più giovani come questo Pier Astare Frassati commissionatomi dai Cellini di Torino. È commovente come questi giovani vivono la loro fede con tutto il corpo.
-Ma vedo che da Torino ci sono molte altre commissioni, addirittura dal Politecnico!
-Si, ma bisogna spostarsi in questo altro settore. Le richieste sono provenienti dai vari dipartimenti e dal rettorato. È un piacere lavorare per loro, mi fanno pervenire schizzi e disegni e tutte le specifiche da realizzare. Alla mia creatività non rimane che un piccolo spazio, ma necessario, in quanto le opere devono presentare buone qualità estetiche per poter rimenere esposte sulle cattedre durante tutta la sessione di esame e di laurea. In taluni casi invece ciò che conta è la capacità di dissuasione: guardi questo, a vedersi è veramente spaventevole. È l'interpretazione di un MOTOROLA 68040 con tutta la piedinatura, ovviamente mi è stato richiesto dall'ordinario di Elettronica I mio omonimo. Questo invece è il modello Rocco, il bibliotecario: è la rappresentazione di un tomo che una volta introdotto si chiude violentemente. In realtà non è molto doloroso, ma senta solo il rumore che fa: SBLAHM.
-Azzo! Immagino che anche questo abbia fini intimidatori.
-Si, ma la vera particolarità è che questo rumore può essere facilmente coperto da quello di una fotocopiatrice, infatti viene installato sulla parte traslante di una macchina normale; ovviamente è adattabile anche all'AI, ma in questo caso a mio parere, ne risulta un insieme formalmente incorretto. Il modello Rocco è pure richiestissimo a Lettere. Per Architettura invece ho creato il modello Pilone in Calcestruzzo Armato, e tutta la collezione sulle principali opere architettoniche nel mondo. Alcune di queste sono pure esposte nel Mondo in Miniatura di Disneyland. Ma ora mi segua nel reparto Vizi Capitali.
-Caspita, mi dichiaro privo di fantasia. Con questo titolo mi aspettavo tutt'altra cosa, certamente la più ovvia!
-E si, me lo dicono tutti. Questo è Tabacco. È fatto con foglie di toscano, il migliore. È per i fumatori più raffinati, si usa e poi si fuma. Con l'uso acquista un aroma e un sapore particolari. So che alcune donne riescono addirittura a fumarlo durante l'uso. Certo ciò non rende piacevole l'alito della vagina e ne impregna la peluria, senz'altro è spettacolare. Per quanto riguarda Bacco, è costituito da una fiaschetta in materiale particolare, in grado di assorbire gli umori con cui viene a contatto durante l'uso. Successsivamente si stappa come se fosse vino d'annata. Ne esiste una versione industriale low-cost per coloro che vogliono creare una cantina dedicata a tutti i propri partner. Venere invece raffigura il mio ideale di bellezza femminile. È per tutti gli utenti che vogliono esser certi di utilizzare un penetratore dotato di squisiti valori estetici: qualcuno addirittura se ne innamora. La bellezza non è tutto, infatti con un giusto proporzionamento tra le dimensioni dei seni, della vita e dei fianchi, si ha pure un'indiscutibile efficacia e funzionalità. Ne sono innamorato anch'io... sa... mi ricorda mia moglie, e sotto questo aspetto le manca solo la parola! (ride)
Queste sono brioches da inzuppare ovviamente non nel caffelatte al mattino, questi sono panini da hot dog, un sifone da seltz, questo è un mestolo in argento, un macina caffè (i testicoli sono in acciaio INOX e si utilizza con l'AI in quanto dotato di potenza sufficiente), un pestello per speziera, con questo si può girar la polenta e questo invece serve ad arrostire i tordi. un tritacarne, una pepiera, spremiagrumi, un maccherone, contenitore per latte (o altro). Questo è un teleobbiettivo, Un telefono cellulare, questo un tubo da disegni, una serie di manici per mazze da golf e tennis, un pomello per leva del cambio, una stecca da biliardo, una mazzuola da un Kg. Un proiettile da mortaio, un siluro per sommergibile, un cannone da parata, una bomba a mano. Un palo telegrafico, un paracarro, un batacchio da portone, un elmetto da vigile urbano, una bocca da fontanone in bronzo. Un fischietto da arbitro, una bombola del gas, un aspersore per acqua santa, una serie di ottoni per banda musicale, una forma per preservativi. Questa è carbonella, ciocchi di legna da ardere. Lampadine a basso consumo. Questo un irrigatore per colture, cannello per fiamma ossiacetilenica, un estintore a CO2. Un parabordo da barca, un post-bruciatore per aviogetto. Microfoni per sale da incisione. Questo è un fondale per vasca dei pesci rossi raffigurante un presepe sommerso, un materassino da spiaggia. Stele egizia, menir gallico, dolmen sassone, obelisco romano, cippa du cazzo. Un clistere, questa è una tettarella per biberon. Questo, molto bello, ha una vera e propria erezione, è utilizzato in alpinismo al posto dei soliti friends: da molle si inserisce nella fessura, quindi lo si stimola delicatamente e lui inturgidendosi è in grado di assicurare la stessa tenuta di un convenzionale chiodo ad espansione. Non è utilizzabile su ghiaccio in quanto molto verosimilmente il freddo ne limita la funzionalità.
Sfruttando invece degli stampi e costringendo ortaggi a crescervi dentro ho ottenuto degli utensili commestibili, e comunque rigorosamente in materiale naturale. Questa è una banana, una zucca, una noce di cocco, un carciofo, una carota. Questa è una pesca e posso assicurarle che fa molto bene alla pelle. Come vede sono tutti conservati in frigo affinché non deperiscano, io inoltre consiglio di utilizzarli appena colti. Come tutto ciò che viene venduto dal fruttivendolo, si aquista a peso.
Questo è parlante e funziona con questi dischetti, simili a quelli usati nei bambolotti. Sa dire 'Ti amo', 'Mamma', 'Papà', 'Ti apro come una mela', 'Sgodazzo', ecc... Funziona ovviamente quando gli si strizzano i testicoli.
-Scusi la sfrontatezza, ma mi piacerebbe che mi lasciasse un ricordo di questa giornata...
-Certo! Ecco un coprisedile anatomico da ufficio. È studiato per mantenere la schiena eretta fornendo un efficace sostegno interno senza doversi appoggiare allo schienale. Lo provi, è il legno! Se fosse necessario non esiti ad utilizzare un lubrificante, in quanto non lo rovinerà. Lo ringrazio per il tempo e la disponibilità concessemi e torno a casa soddisfatto. Lui si sofferma ancora sulla porta di casa per accertarmi che io sia in grado di raggiungere l'uscita del suo immenso parco. A me non rimane che pensare per tutta la durata del viaggio alla statura di quel personaggio schivo, orgoglioso, ma più prepotentemente maschio che abbia mai conosciuto.

5.2 L'AI per l'igiene personale

In occasione della fiera campionaria di quest'anno, ho avuto la possibilità di apprezzare gli arredi da bagno della Real Standard. In realtà la presenza dall'AI assolveva la funzione di ricreare un tipico ambiente domestico difficilmente ottenibile in un salone da esposizione. I visitatori infatti potevano assistere ad una dimostrazione degli utensili per l'igiene intima e nel contempo apprezzare l'abitabilità degli ambienti arredati dall'espositore. Ma cominciamo appunto con l'AI.
Un modello e una modella, nei rispettivi ruoli di ginecologo e paziente, simulavano una lezione pratica di igiene intima a domicilio. Veniva presentata l'endoscopia vaginale. L'utensile collegato ad un monitor riportava le immagini dell'esplorazione. Utilizzando la velocità più bassa si stimola con garbo l'organo sotto esame il test risultava molto piacevole per la paziente, che trovandosi così a suo agio poteva sottoporsi al test più a lungo, e in condizioni psicologicamente molto meno traumatiche.
Ed ecco, scambio di ruoli, la paziente diviene una indefessa poliziotta, e sfruttando la potente illuminazione di 100 candele dell'utensile presentato dalla divisione anticrimine, effettua una perquisizione rettale completa in pochi minuti. In questo caso l'uso di una alta velocità, per ottenere un massaggio energico può aiutare a mantenere sotto controllo il mariuolo.
Visitiamo ora il resto dello stand.
Dominante è il riferimento implicito o esplicito al fallo, in tutte le sue polimorfiche rappresentazioni: tazza del cesso con enorme glande basculante e con scovolone abbinato. Rubinetterie e maioliche. Idromassaggio con getti a foggia di piccoli deretani. Diffusore a pioggia da doccia sagomato secondo i più moderni canoni di ergonomia particolare. Bidet con getto dal basso per una maggiore praticità. Degno di nota il generatore di vapore modello 'Priapo' per la pulizia della pelle del viso. Gli accessori sono perfettamente in tema: dalle saponette per uso intimo, ai flaconi per il medesimo uso nella stessa foggia a spruzzo, agli stick di antitraspirante per le ascelle.
FINE

Intruder AI 2


A Intruder (AI) Handbook



Last modified: Aug 12, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

2. Riferimento rapido

2.1 Nomenclatura

  • Cavo di alimentazione.
  • Impugnatura.
  • Interruttore ON-OFF.
  • Regolazione tensione di alimentazione 125/220 v.
  • Regolazione frequenza di alimentazione 50/60 Hz.
  • Avanti: I-II-III velocità.
  • Retro: Cruent-Incruent.
  • Commutatore di moto Percussivo-Rotativo.
  • Sicura di abilitazione modalità 'apoteosi'.
  • Termostato temperatura utensile penetratore.
  • Resistore riscaldamento utensile.
  • Serbatoio (in materiale 'per alimenti' secondo normativa) lubrificante alimentare.
  • Spia pressostato lubrificante alimentare.
  • Aletta di raffreddamento circuito lubrificazione.
  • Breve prontuario di veloce consultazione (purtroppo in lingua inglese).
  • Serbatoio carburante.(*)
  • Marmittino scarico.(*)
  • Presa aria carburatore.(*)
  • Serbatoio lubrificante parti meccaniche.(*)
(*) Solo modello a motore ciclo otto.

2.2 Vasto assortimento di utensili

  • Strong.
  • Very Strong.
  • Heavy Hard.(**)
  • Stimolante per lui e lei.
  • Ritardante per lui e lei.
  • Canonico.
  • Claustrale.
  • 'Attaccati a sto Cordone'.
  • Negro.(**)
  • Soft for children.
  • Pedo.
  • Elefant.(**)
  • Fava.
  • Horse.
  • Spazzola per pulizia integrale.
  • Diamond Ass per giovani vergini o muscolosi emotivi.
(**) Solo dietro esibizione di patentino di abilitazione professionale.
E inoltre su ordinazione qualsiasi forma suggerita dall'utente feticista più esigente.
FINE

Intruder AI


Il manuale dell'A Intruder (AI)

/*A Intruder (AI) Handbook*/  
vil «Sono sicuro che qualcosa del genere esiste, ma il vero Intruder (AI) no. Un prototipo e' utilizzato in 'Top Secret'.»
 

Last modified: Aug 12, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

A Intruder

1. Sommario

  • 1. SOMMARIO
  • 2. RIFERIMENTO RAPIDO
  • 2.1 Nomenclatura
  • 2.2 Vasto assortimento di utensili
  • 3. INTRODUZIONE
  • 3.1 A Intruder, questo sconosciuto.
  • 3.2 Prescrizioni
  • 3.3 Installazione
  • 3.4 Manutenzione
  • 3.5 Note alla versione Plus
  • 3.6 Garanzia
  • 4. IMPIEGO
  • 4.1 Stretching particolare:
  • 4.2 Utilizzo culinario
  • 4.2.1 Meringhe 'piccanti'.
  • 4.3 AI in the Lab
  • 4.4 Varie
  • 4.5 Mu
  • 4.6 Raccolta di pareri
  • 5. ATTUALITÀ DELL'AI
  • 5.1 Il personaggio del mese
  • 5.2 L'AI per l'igiene personale
  • 6. CLUB AMATORI ED UTENTI AI

1. Summary

FINE

Intruder AI 3


3. Introduzione



Last modified: Aug 12, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

3. Introduzione

Vi ringraziamo per l'acquisto di questo prodotto. Affinché siate in grado di farlo funzionare correttamente Vi preghiamo di leggere integralmente e con attenzione questo manualetto di istruzioni per l'uso. Dopo la lettura riponetelo in un posto sicuro per un eventuale riferimento futuro.
I modelli disponibili in alcuni paesi possono avere la forma della spina del cavo di alimentazione e della presa ausiliaria di corrente diversa da quella mostrata nella illustrazione, ma il loro modo di collegamento e funzionamento è lo stesso.
Abbiamo costruito con cura il Vostro penetratore mettendo in esso tutta l'esperienza accumulata in oltre 30 anni nella produzione di intrusori anali impiegati con successo in tutto il mondo. Parlando di una nuova tecnologia nel campo della ludica particolare si parla anche di tecnologia AI, di brevetti propri, di personale altamente specializzato. La passione per le tecniche di penetrazione sarà appagata purché abbiate cura di accoppiare il penetratore con componenti di pari qualità. Nulla è stato tralasciato affinché possiate essere soddisfatti del vostro acquisto, inoltre le rifiniture esterne sono state realizzate accuratamente assicurando una squisita estetica.

3.1 A Intruder, questo sconosciuto

Fin dal 1984, anno di uscita e di primo incontrastato successo di questo elettrodomestico (che non si ritrae di fronte al più pesante impiego professionale), si sente la mancanza di un pratico manuale che ne illustri esaurientemente l'uso. Ricordo che tutti noi dell'equipe di ingegneri ed esperti c'eravamo dedicati con passione alla sua progettazione, senza risparmio di mezzi e di tempo. E non ce ne mancavano! I finanziamenti e il materiale umano per la sperimentazione erano infatti tutti forniti da organizzazioni volontarie che operavano allora all'interno della Università. Il modello commercializzato attualmente è di una potenza e versatilità inconcepibile solo dieci anni fa. Mi sembra tuttavia doveroso fare una carrellata dei modelli che si sono succeduti e che hanno reso possibile la realizzazione di quello attuale.
1980 Vibrator Vaginal Intruder (VVI). È il naturale capostipite di questo meraviglioso apparecchio. L'alimentazione è a batterie, e quindi cio non permetteva una particolare potenza e autonomia dell'apparecchio. Queste andavano sostituite più volte, anche nell'uso hobbistico. Ma ebbe comunque un buon successo per la particolare leggerezza e la vasta scelta delle punte di lavoro, specialmente presso le giovani le cui tenere membra ben lubrificate ancora non sovraccaricavano il motorino.
1982 Vibrator Vaginal Intruder Pro (VVIP). È analogo al precedente, ma dotato do un motore molto più potente; l'energia elettrica è fornita da un alimentatore di discreta potenza separato dall'apparecchio. Come dice il nome stesso è indicato per un uso continuo e intensivo, ed è questa caratteristica che lo decreta compagno insostituibile di molte utenti del settore professionale. Ora tra le punte di lavoro sono disponibili quelle con serbatoio, in grado di svolgere una insostituibile funzione per le non più giovani, che si trovano affrancate dal dover provvedere a mano con scomodissimi contenitori a spruzzo e che non possono comunque raggiungere le parti più difficili. Indagini di mercato rivelano che l'impiego non è più riservato alle sole femmine, ma che le caratteristiche peculiari di questo apparecchio sono apprezzate anche da Maschi e Transessuali.
Ed è ora che entriamo in ballo noi. Le difficoltà da superare erano essenzialmente nella potenza del motore, e nella miniaturizzazione e integrazione nel corpo dell'apparecchio dei dispositivi che erano allora solo degli optional esterni (periferiche).
1984 A Intruder (AI). È quello attuale.
1989 A Intruder Plus (AIP). È la potente versione motorizzata dell'AI; è il penetratore particolare del futuro (riserve petrolifere permettendo).

3.2 Prescrizioni

Nessuna. Si vuole tuttavia fare una considerazione sull'uso dell'A Intruder come vibratore oro-vaginale. L'A Intruder è stato dimensionato appunto per la penetrazione particolare, che richiede elevata potenza. Si consiglia pertanto la visita ginecologica e laringoiatrologica per accertare la robustezza del tessuto mucoso soggetto all'impiego.
Per le sue peculiari caratteristiche di potenza l'A Intruder può essere efficacemente impiegato come vibratore per calcestruzzi non molto densi. Si ricorda che i tessuti mucosi mal sopportano il contatto con calce e cemento. È pertanto necessaria una perfetta pulizia delle punte dopo l'uso in cantiere.

3.3 Installazione

Controllate per prima cosa che nella scatola sia contenuto quanto indicato sulla confezione. Si ricorda che utensili penetratori vanno acquistati a parte. Molto importante! Controllate che il voltaggio della rete elettrica dell'impianto di casa vostra corrisponda a quello per cui è tarato l'A Intruder, questo per evitare inutili sollecitazioni ai componenti meccanici. Per la versione a motore verificare tutti i livelli nei serbatoi riguardanti il funzionamento del vostro gioiello di tecnologia, ed effettuate sempre il ciclo previsto di preriscaldamento.
Si ricorda inoltre di non utilizzare questo, come qualsiasi altro elettrodomestico nella vasca da bagno, e in generale in ambienti molto umidi. Questo per prevenire il pericolo di folgorazione. Questa precauzione non è necessaria per il modello a motore nella versione anfibia, che presenta un collettore per l'aria comburente collegato ad un tubo flessibile da tenere sempre emerso, o collegato all'apposito galleggiante.
Come vedete, appena acquistato potrete fare subito pratica seguendo le indicazioni allegate. Probabilmente troverete più comodo fare uso di un po' di lubrificante sulla cima dell'utensile, all'ingresso e un po' anche all'interno del Vostro ano.

3.4 Manutenzione

Nonostante che l'accurata progettazione assicuri una lunga durata dell'apparecchio, si richiede di seguire un semplice e poco impegnativo programma di verifiche e manutenzioni. Nei nostri laboratori, ci riferiamo ai chilometri percorsi dalla testa dell'utensile, in quanto naturale indice di usura della stessa. Non possiamo però richiedere a voi utenti di fare altrettanto. Abbiamo perciò pensato di creare nelle zone più soggette ad attrito dei segnalatori di usura: quando appaiono, è pertanto consigliabile la sostituzione del pezzo. Ogni anno, conviene sostituire il lubrificante anche se non completamente esaurito; è altresì consigliabile un cambio più frequente in caso di funzionamento in condizioni gravose o di sfruttamento intensivo. Se usate l'apparecchio a temperature inferiori a 5 gradi centigradi, è consigliabile usare lubrificanti specifici per climi freddi.
In caso di prolungata inattività, si consiglia di effettuare la pulizia generale dell'apparecchio, quindi di ungere con vaselina le parti metalliche non cromate. Avvolgere quindi in un panno asciutto per preservarlo dall'umidità. Tutto ciò può essere evitato, facendo girare a vuoto l'AI per un minuto almeno una volta la settimana.

3.5 Note alla versione Plus

Gli apparecchi AI Plus possono essere controllati dall'utente in maniera più completa. Sono dotati di due ingressi supplementari, uno analogico ed uno digitale. Il primo è collegabile allo stereo di casa vostra o ad un comune walkman; in questo modo, potrete modulare l'azione dell'AI tramite la vostra musica preferita (in un certo senso esattamente come le luci stroboscopiche delle discoteche). Il secondo rispetta lo standard RS232, che è quello di un comune personal computer compatibile IBM. In questo modo è possibile far eseguire all'AI un ciclo specifico. Tale ciclo può essere programmato sul computer da voi stessi, oppure scelto tra il software già realizzato dai nostri tecnici (tra questi: giochi, tutorial, curiosità d'intrattenimento e altro ancora). Più dettagliate informazioni sul protocollo di comunicazione utilizzato le troverete sul libretto d'accompagnamento dell'apparecchio.

3.6 Garanzia

Vorrei premettere che in questi anni, in cui seguo la sempre più vertiginosa diffusione di questa fantastica attrezzatura, non mi è mai stato riferito di incidenti dovuti a difetti di fabbricazione o di funzionamento. Certo ci sono stati incidenti, di cui si sono anche occupati i mass-media, ma sono stati dovuti alla imperizia e alla spavalda noncuranza delle conseguenze a cui particolari usi possono portare. Per esempio non esiste garanzia che copra da danni riportati in seguito all'uso di punte non originali o danneggiate da un uso improprio o diverso da quello indicato nel libretto di accompagnamento. Oppure per impieghi diversi da quelli Oro-Ano-Vaginali, come ad esempio quelli coinvolgenti naso e orecchie. Si ricorda comunque che esiste un mercato diffuso e sotterraneo di pezzi di ricambio non originali, spesso di pessima fattura, utilizzanti materiali non ipoallergenici o non adatti ad usi alimentari, se non addirittura tossici. Altri invece non sono testati e collaudati, mentre i nostri sono sempre provati nei nostri stabilimenti e nelle condizioni di utilizzo reale più frequente (tutte quelle illustrate nel presente manuale).
FINE