Visualizzazione post con etichetta Acqua. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Acqua. Mostra tutti i post

Macchie Acqua


Macchie d'acqua

/*Water stains*/  
macchie acqua «Le macchie d'acqua non possono dimostrare l'esistenza di Dio. Si può benissimo evidenziare che qualche cosa manca nel disegno complessivo. L'uomo vi ha posto rimedio.»
 

Last modified: Jun 3, 2003 (Created: Jun 2, 2003)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Quello che Dio ha tralasciato

/*What God has forgotten*/ Guardavo l'automobile appena dopo la pioggia. Certo era caduta acqua, se la macchina ne fosse risultata lavata sarebbe stata la semplice conseguenza di una logica brillante: acqua-lavaggio. Per noi esseri umani è facile associare ad un evento la sua utilità, tale analisi può essere troppo veloce col risultato di risultare superficiale, ma intraprenderla e portarla a compimento è assolutamente alla portata di tutti.
Quindi, guardando la mia automobile coperta delle macchie dure di polvere essiccata contenuta nella pioggia[*], ho pensato che una 'vera' logica brillante dietro al fenomeno pioggia avrebbe previsto almeno tre fasi:
  • cinque minuti di acqua calda e saponata;
  • cinque minuti di semplice risciacquo;
  • cinque minuti di brillantante.

Pertanto: Quello che Dio ha tralasciato, l'uomo ha fatto a pagamento.

NOTE
[*]
Le cosiddette 'macchie d'acqua' di per se significano che la pioggia non è pulita, ma analizzando meglio la situazione si può dedurre che inoltre non pulisce. Basti citare l'enorme cagata di un basilisco volante nel centro del cofano per nulla scalfita dalle perturbazioni metereologiche.[return]
FINE

Bollire Acqua


Bollire l'Acqua

/*Boil water*/  
bollire acqua «Dal passato riemerge con vigore un'antica scoperta: bollire l'acqua, ma riproposta con nuove tecnologie per una verifica che tutti voi potrete fare.»
 

Last modified: 18 Dic, 1999 (Created: 21 Nov, 1999)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Discuto spesso dell'acqua calda. Sembra incredibile quanta disinformazione circondi questo semplice elemento.
Come il vapore non e' un gas e, cito, un uomo che va con tanti uomini non e' una puttana, l'acqua a 100 ºC non deve necessariamente bollire. Non fate i furbi chi di voi puo' permetterselo. Parlo di acqua a pressione atmosferica. Non bisognerebbe mettere sulla piazza le questioni private e poi i panni sporchi si lavano in famiglia, considerato poi che l'acqua non e' piu' quella di una volta e nemmeno la squola. Vorrei invece contestare quello che potrebbe chiamarsi luogo comune mentre semplicemente e' il luogo di cio' che tutti possiamo esperire se avessimo un laboratorio attrezzato e il tempo e probabilmente un week end passato nell'ozio speculativo.
Si puo' avere a pressione normale (760mmHg) acqua a piu' di 100 ºC che non bolle? La mia meschinita' e' grande, il problema lo posi e lo risolsi da solo nel 1994 ma mi scontrai col pericoloso scetticismo dei comunisti (ma esistevano ancora quelli italiani in quell'anno?). Lo risolsi da solo nel senso che cercai la soluzione nelle apposite letterature, e non fu facile. Ma alla fine dotato di digitalizzatore di immagini posso fornirvene incontestabile visione, aggiungendo inoltre le indicazioni in rosso per una piu' veloce cognizione.
perucca
Ah!
Il libro e' volume primo 'del Perucca'.
FINE