Visualizzazione post con etichetta Appuntamento. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Appuntamento. Mostra tutti i post

Anticipo Appuntamento


In anticipo all'appuntamento

/*In advance to the appointment*/  
appuntamento anticipo «Una mattina iniziata in anticipo. Malumore da appuntamento nella metropoli aliena, consueta misoginia o solo stanchezza?»
 

Last modified: Gen 27, 1999 (Created: Gen 27, 1999)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Due ore

/*Two hours*/ 'Ogni mattina e' sempre la stessa scena. Eppure siamo sempre gli stessi! Cosa spingi che stiamo scendendo?'.
E' avvinghiata alla palina, o meglio al sostegno verticale di cui i treni a lunga percorrenza non sono dotati, eppure presterebbero parimenti conforto ai passeggeri paganti fatti salire in esubero... ma come sapete questa e' un'altra storia.
Le amiche ridacchiano nel vero senso della parola protendendo in avanti il viso e incassando leggermente le spalle. Semplicemente guardando il suo pubblico prosegue: 'adesso si alza e si sposta sul lato sinistro'.
Mi accorgo che come mesmerizzato da quest'altra ne esegue a puntino gli ordini.
Non capita tutti i giorni, grazie a Dio di essere due ore in anticipo ad un appuntamento... Fossi partito da Qui ora non sarei nemmeno uscito di casa. Al Lombroso doveva capitare spesso. Se il segno dell'inferiorita' delle donne e' la loro totale assenza come autrici nella storia della cucina, pur trascorrendo ciascuna una parte della loro vita sui fornelli potremmo estendere questo ragionamento e sdegnarci per statali e parastatali e immersi nell'ozio non siano riusciti a produrre una migliore speculazione sui tratti morfologici della gente. Difetto d'altra parte condivisa anche ai pendolari della Metropolitana.
Ancora un'ora... Non ho scritto di piu' perche' appoggiato sulla valigetta del computer con dentro la camicia sporca di cui uso i bottoni come pallottoliere, prima ho messo a posto l'agenda, poi preso lo sciroppo e poi mi sono soffermato a origliare una ragazzina molto sostenuta che raccontava a due amiche del suo umile week end trascorso ad una sfilata a Parigi. E poi mi sono soffermato a misurare tutte queste belle donne, belle e sedu... belle.
Non scrivero' nemmeno molto altro, perche' ho deciso di farmela a piedi da p.za del Duomo. Ieri ho cercato di stimare il valore di sto Duomo... Mi sono fermato al valore del terreno: 100 x 100 x 10000000 ...Quanto potrei guadagnarci nel trasformarlo in un residence per modelle e direttori generali? E' un giusto contrappasso per il testimonial del panettone essere lasciato in balia di rampantismo e potere per quanto gli resta da vivere?
Guardo il mio vicino nel momento in cui uno speaker mi avvisa che i borseggiatori sono tra di noi. Eppure sono immerso tra malati incurabili, adulteri, pazzi in senso lato... per non parlare delle donne. Dovrei tenere maggiormente i borseggiatori? Facciamo, come ieri, due conti. Se posso tenere il portafoglio nella tasca interna della giacca, non respirare in faccia o lasciarmi aspergere di liquido seminale, guardare la vera al dito o non fare troppe domande, annuire sempre e non incrociare lo sguardo, chi mi proteggera' dalle donne? Potrei chiedere aiuto ad un borseggiatore?
Colgo l'occcasione per rivolgermi al mio squisito ospite per avermi accudito e fatto ottenere un anticipo di due ore.
FINE