Clotilde Mareto


Clotilde

/*Clotilde*/  
mareto nure «L'ho conosciuta molti anni fa sul Nure, il soggiorno, i metri. Rinato. Del campo rimane pochino, la neve per esempio, dov'è a Mareto
 

Last modified: Apr 26, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

ukEnglish version

Mareto, Val Nure

/*Mareto, Val Nure*/ aserei clotilde Centro turistico e di sport invernali di un vasto altipiano, e collegato alla Val Nure. da una pista militare, e' Mareto. L'Aserei: pascoli sterminati ricchi di sorgenti perenni, sui quali pascolano i vitelli di razza Brunalpina (immune da TBC al cento per cento).
Questo e' il quadro concreto di Mareto e Aserei. L'altopiano a cavallo del Trebbia e del Nure, deve "brillare" di luce vivissima nel quadro dello sviluppo economico sociale della provincia.
"Gianni era pallido, non aveva piu' appetito, l'ultimo mese di scuola lo aveva messo a terra. Guardi ora: in 15 giorni di soggiorno ai mille metri di Mareto e grazie ai cannelloni della Clotilde e' rifiorito. Guance rubizze. occhi vivi, un appetito formidabile, l'argento vivo addosso"; con queste parole una madre che avevo indirizzato a Mareto per un periodo di villeggiatura, ha sottolineato l'importanza climatica del paese distante solo una cinquantina di chilometri dalla citta', e collegata a Farini con una strada di dieci.
Un pescatore che ha trascorso qui le ferie ha pescato otto trote, due delle quali pesavano sette-otto etti.
Ma provate a salire a Mareto alla fine di Agosto, in Settembre e per i Santi: troverete i migliori cacciatori.
Da Dicembre a tutto Febbraio e qualche volta fino a Marzo, le immense distese nevose dell'Aserei furono in passato splendide palestre di sport invernali. Ora gli sciatori si fermano a Mareto grazie al moderno skilift ma si augurano che una seggiovia possa collegare in futuro Mareto alla vetta dell'Aserei aprendo agli sport invernali anche il versante nord-ovest.
(1969)
FINE

Salsa Merda e Lando


Salsa Merda

/*Shit sauce*/
montatore lando«Pagina abbondantemente incompleta. Solo due perle per voi, ma eccezionali: Lando e la Salsa Merda. Nella sua semplicità, il racconto a fumetti colpisce e si fa ricordare ormai da decenni.»



Last modified: Apr 26, 1997 (Created: Apr 26, 1997)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org


Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.


lando
Singolare l'inversione parziale dei personaggi, dove il Lando ha la faccia di Adriano Celentano, e Buzzanca ha la faccia del Montatore.
Per proseguire poi con Alain Delon (Playcolt), Ornella Muti (Sukia), e uno scontato Alvaro Vitali (Pierino).
Usate il motore di ricerca personalizzata di Google per cercare notizie su un personaggio dei fumetti!

FINE

Lando Montatore


Lando e il Montatore

/*Lando and the Montatore*/  
montatore lando «Pagina abbondantemente incompleta. Solo due perle per voi, ma eccezionali: Lando e il Montatore. Vorrei aggiungere anche il numero con Ifix-tcen-tcen.»



Last modified: Apr 26, 1997 (Created: Apr 26, 1997)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org


Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Fumetti o Fumetti o Fumetti

/*Comics or Anime or Manga*/ Ragazzi... lo ammetto... non ho fatto il viaggio migliore... quello che riporta a casa dopo naja!
Pertanto... aiutatemi a rivivere l'atmosfera letteraria che permeava le camerate, le guardiole, gli uffici. Raccontatemi insomma di queste splendide letture, che tardivamente ho conosciuto.

Aiutatemi!

/*Help me!*/
montatore
Estroverso camionista propenso più a correre dietro alle gonnelle che non sulle strade, con la faccia presa in prestito al buon Lando Buzzanca, secondo un’usanza in voga nei fumettisti dell’epoca che ricalcavano i protagonisti sui volti delle persone famose.

lando
Singolare l'inversione parziale dei personaggi, dove il Lando ha la faccia di Adriano Celentano, e Buzzanca ha la faccia del Montatore.
Per proseguire poi con Alain Delon (Playcolt), Ornella Muti (Sukia), e uno scontato Alvaro Vitali (Pierino).
Usate il motore di ricerca personalizzata di Google per cercare notizie su un personaggio dei fumetti!

FINE

Miacce Valsesia


Miacce della Valsesia

/*Miacce from Valsesia*/  
miacce valsesia «Miacce della Valsesia in qualunque altra valle. Ferro e fuoco per ottenere le cialde sottili ma non sottilissime da non poterle riempire.»
 

Last modified: May 20, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Miacciata

/*A lot of Miacce*/
Per le Miacce della Valsesia, quello che conta e' il ferro. ...e il fuoco. Quello che conta e' il ferro e il fuoco. ...e la panna... e la manualita'... il ferro, il fuoco, la panna e la manualita'... e la compagnia...
/*The important it's the iron. ...and the fire. The important it's the iron and the fire. ...and the cream... and the ability... the iron, the fire, the cream and the ability... and the crew...*/ Coninciamo allora. Unite gli ingredienti occorrenti, e la panna in giusta quantita' delle giusta marca. Passare a frullino se non volete faticare come bestie, lasciare riposare un poco per eliminare le bollicine d'aria... insomma, avete presente le crepes?
/*Let's start. Join the components required, and the cream in the right quantity of the right brand. Whisk with the mixer, if you don't want to toil like a beast, let it sleep for a while for eliminatig the air bubbles... as for crepes!*/
Ora ungete il ferro con del grasso di prosciutto, o del lardo, o qualsiasi altra cosa e dopo averlo scaldato provvedete a fare la prima prova. Come potete vedere in questa seconda fase sono presenti la maggior parte di elementi critici per la riuscita della maialata: il ferro il fuoco la manualita'. Aggiungo pero' la compagnia. La fabbricazione delle miacce richiede un grande dispendio di energie e di tempo. Se volete perdere un amico, fate in modo che si debba occupare di tutto il processo di fabbricazione da solo. Se volete guadagnarne uno, portatelo fuori a mangiarle, ma ovviamente pagate voi. Allora forse e' meglio procurarsi tutti i tool che vi ho suggerito e farete un'ottima miacciata.
/*Grease the iron with jambon fat or lard or everything else, and after warming up it mae the first attempt. As you can see, in this second phase, they are present the major part of the critical element for the success of the porkery: the iron the fire the skills. I add the crew. Building 'miacce' requires a great amount of energy and time. If you want lost a friend, take care that he has to provide the producing process by himself. If you want to gain one, take him outdoor to eat, but pay for him. Well, it may be better prucure all the tools that i suggested to you and you will produce the better miacces.*/
Torno al ferro. Il suo segreto e' avere il culo giusto di prenderne uno che funzioni. Il perche' di tale dispersione delle prestazioni di questi umili e semplici oggetti e' stato oggetto di mie diverse pubblicazioni che qui non cito. Comunque quello di albo funziona, quello mario funziona perfettamente, il mio e' il peggiore. Pero' qui regna la valenza dell'operatore. Quello migliore non si lamentera' e non rompera' i coglioni a colui che si e' preso la briga di comprarlo, di portarlo alla sede del ritrovo, di essere presente a far parte della compagnia.
/*Returning to the iron. His secret is to have the right ass and getting a operative one. The reason of the variance of the performances of these humble and simple objects was the subject of my several pubblications thet I don't cite here. Howover the albo's one is operative, the mario's one is perfecty operative, mine one is the worst. But here reigns the operator's skill. The better one will not complains and will not break balls to the one that trubled to purchese it, ship to the place of the roundezvous, be present and take part of the crew.*/
miacce-bond
Dunque nella foto potete veder la determinazione necessaria per iniziare il rito di accoppiamento tra gli ingredienti e gli operai addetti alla produzione.
/*In the picture, you can see the determination required to start the coupling rite between the recipe element and the workers assigned to the production.*/
miacce-made
Questa non so, perche' sto scrivendo dall'ufficio e non ho a disposizione le immagini grafiche... che cacchio ci sara' illustrato si sta' pagina?
/*This one I don't know, because I am in the office and I have available the graphical image... what's the fuck is rappresented on this page?*/
miacce-post
Questa e' decisamente A! Per veri intenditori. Il frullino ad immersione deve essere attivato inserendo la presa del cordone di alimentazione in apposita presa alla tensione corretta. Nel caso specifico non avvenne cosi'... e i medici ci dissero che ci vollero cinque ore di intervento prima di riuscire a togliergli quello stupido sorriso dalla faccia.
/*This it's very A! For experts. The submergible mixer, has to be activated pluging the feeding cordon wire in the specially socket at the right voltage. In the specific case, facts weren't like this... and the surgers told us that before removing that stupid smile from face, a five hours operation was required.*/
FINE

IRC Polemica


La IRC polemica

/*The polemicist IRC*/  
irc chat «1997. IRC. Era già completamente matura da almeno tre anni. Oh voi virtualisti delle chat incontristi giornalisti dell'ultima ora che nel 2001 ancora vi meravigliate...»
 

Last modified: 28 Apr 2001 (Created: 17 Apr 1997)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Quello che segue è tratto da un forum sui canali di IRC che ho conservato gelosamente fino ad ora. Essendo un forum pubblico sulle chat, non mi preoccupo assolutamente di celare alcun dato personale in esso contenuto.
Astare da Qui suggerisce una gita tra antiche polemiche sempre attuali sui veri luoghi di incontro, e ridona loro dignità vera reale virtuale intelligente. Pagina invero, troppo per specialisti. Chiunque non capisse qualcosa non mi scriva. Devo ammettere che anche io in quegli anni mi sono cimentato negli ordigni citati nell'estrapolazione che segue... è assolutamente affascinante rompere i coglioni agli altri, alla pari, in un terreno di raffinati tecnicismi :-) .

Ma considerate anche le altre facce dei luoghi d'incontri virtuali: ne esite una realtà (ovvero La vera IRC) ed una finzione (La falsa IRC). Il contenuto della presente pagina va assolutamente annoverato nella seconda.

Vediamo da dove iniziare, spero che le persone che saranno chiamate in
causa in questa mail non se la prendano, ma che considerano queste mie
parole solo come consigli personali ... tutto qui.

[La situazione di Italia]
E' gia' vergognosa per se stessa per essere descritta da me, ricordo solo i
tempi in cui ero appena entrato sul canale tanto tempo fa, niente guerre,
niente kick sui caps lock, niente kick sui colori, niente kick su parole
come Cazzo o altro, venivi buttato fuori solo se floddavi . Cose che oggi
non stanno ne in cielo ne in terra ... oggi tutti pronti a scaricarsi
l'ultima versione dello script derminator, devastation, rottoinculation.

Ma non e' questo il problema che mi sta a cuore .. la cosa che mi preoccupa
e' la mentalita' degli op di Italia .. cambia a seconda dell'ora .. mattina
presto .. (sono due giorni che Joino alle 7.30 di mattina) .. ci stanno 20
persone 7 op .. tra i quali 6 Bot (Kimberly, caramella, XiMMy, SHOCK etc
etc) .. il canale ancora tace .. ore 10.30 ... entrano gli universitari ... al
massimo si arriva sulle 120 persone .. tra i 20 op .. ci sono : 4, 5, che
conosco bene come fuonzioni bene la cosa, 4, 5 ragazze che stanno li per
grazia ricevuta, me sedovo fare un protect contro un mass flood, si
impacciano, e altri 5 che iniziano ad aprire i locali ... per la serie tanto
per esserci pure noi ... sul canale iniziano i primi kick per word, per caps
lock, per flood, ore 15.30 per la serie apriti cielo ... 170 persone in media
... 25 op ... 7, 8 anziani che hanno conoscenze e possibilita' tecniche per
difendere il canale, il resto .. o sono ragazze o amiche oppure amici di
amiche ... sul canale continuano i kick ... ed iniziano a vedersi i primi ban ...
ore 19.00 entrano in gioco i locali con i loro gestori .. 1^ guai a voi se
loro non sono op ... 2^ guai a voi se fate notare a loro che bot sono inutili
specialemente se messi in protezione con i loro padroni .. aprono i locali
.. utenza d'italia sale a 260 .. 280 .. tra i 20 op .... ci sono le solite
ragazze e al posto degli anziani (che se avete notato bene si sono
strarotti della situazione) entrano i gestori dei locali o loro dipendenti
.. il canale e' in mano loro .. mettono su bot, script e guai a te se ti
permetti di dire qualcosa contro .. ore 24.00 il finimondo ... utenza 400
persone .. mass op ... mass flood ... kick su tutto .. parole, colori, caps,
ban temporanei per 5, 10, 20 minuti, shit list, friend list ... ma che e' ????
... op sconosciuti che escono solo di notte, cosa da far rabbrividire ... tutto
fino alle 5 di mattina .. entrano gli italiani-americani con i loro bot ..
e la situazione comincia da capo ....

... allora secondo il mio modestissimo parere .. la colpa della schifezza del
canale .. e della smisurata crescita di locali dove si irca in italia,
d'altronte solo qui esistono ste cose, siamo proprio italiani ... per la
serie dove c'e' gusto non c'e' perdenza. Quando si tratta di fare soldi ... sai
che me frega ...

.. dice bene BlackBird questo e' solo un gioco e noi siamo qui solo per
divertirci ... allora santo Iddio .. perche' non fai uno stragrande miracolo
per tutti noi e fai mettere questi benedettissi locali +r
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cosi poi vedremo i loro op ed i loro modi di ragionare .... Dove se li
mettono ....

Altra cosa .. qui tocchiamo il fondo ...

AlexB e _Sally sono accusati di aver fatto takeover .. e sono in shit list
.. di Davide e compagni ....
Benjo e' accusato di aver fatto fare takeover ... ed e' deop per sua mancanza ....

Niente di eccezionale fino ad ora ...

Ma i Russi che fanno takeover e che mi ritrovo op la mattina dopo no .... Non
ESISTE PROPRIO ... che schifezza .... Dicevo bene a Nessuno .. dalle parti mie
si dice 'A CHI FIGLI E A CHI FIGLI DI PUTTANA' ... fate voi ... io non sono
proprio sulla vostra lunghezza d'onda .. meglio essere stronzi .. che
deficenti. Adesso si e' deciso di levare i ban definitivi per mettere le
shit list .. L'ALTRO GIORNO PER FARE COSI C'ERANO 6 BAN DELLO STESS ADDRESS
E NESSUNO HA AVUTO L'IDEA DI FARE UN BAN SUL DOMINIO .... tzze ma che parlo
a fare .. tanto i geni siete voi ..!!!
Eh si perche' adesso siamo in comunita' .. bisogna essere tutti amici .. che
cazzate ...!!!!

Fate una cosa .. lavatevi i pannolini ed iguanizzatevi .. e' una moda oramai.

P.S. Se trovare chi ha dato fuoco alla mia libreria mettevelo in shit list
.. i miei libri colorati :o\
^..^ Amoroso Maurizio On IRCnet channel #italia
(oo) Via F.lli bandiera, 30 fegatin0 a volte aslan-
' ' 84061 Ogliastro C.to (SA)
( __ ) Italy
'--' Indirizzo e-mail
mauramo@agropoli.hydranet.it
On Photo Album IRC
http://www.panservice.it/irc/people/fegatino.jpg

FINE

Colloquio Lavoro


Colloquio di lavoro

/*Job interview*/  
colloquio lavoro «Non mi è tornata la parola ancora da quel colloquio di lavoro. Non sono più lo stesso da allora. Più ricco e più soddisfatto professionalmente.»
 

Last modified: Apr 09, 1997
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

ukEnglish version

Agenzia Rossa Dani

/*Rossa Dani Agency*/ -Ue' ingegnere! Si accomodi.
Il colloquio di lavoro assunse subito un carattere inquietante: quello per me era solo il secondo colloquio da quando mi laureai, e nonostante il mio atteggiarmi a disinvolto lavoratore assomigliavo comunque a cio' che in realta' ero, la sura invece... sembrava una nave scuola.
La matrona era seduta dietro una massiccia scrivania. Doveva essere molto alta, aveva una carnagione chiara ma abbronzata e dimostrava una cinquantina d'anni. Doveva avere un carattere e una personalita' fortissime. Quell'altro se ne stava silenzioso alle mie spalle e sembrava puramente ornamentale, anche se si capiva benissimo che doveva essere li' come cliente dell'agenzia.
-Senta, sto mio amico qui, ci ha una fabbrichetta a Macilenta e sta cercando un giovane ingegnere.
-A me sta' bene... di che si tratta?
-Ci parli lei cosi' vi conoscete. Le presento l'ingegner Motori Asincroni.
Mi rivolgo all'altro e parliamo un poco dell'argomento della mia tesi, poi lui espone le problematiche che deve affrontare in ditta. Caspita! Non ci posso credere! Sono uguali uguali uguali!
Non so se sapete quanto sia difficile trovare un posto in aziende di medie dimensioni, in cui si possano affrontare le medesime tematiche affrontate nella tesi... o addirittura nel corso di studi... Questo era pero' il caso!
-Ue', ci sono delle ottime prospettive di carriera, sa? - il colloquio e' ripreso in mano dalla Rossa, e a me brillano gli occhi dalla commozione per tanta fortuna...
-Per qanto riguarda il posto di lavoro ci si deve un poco adattare... sa' in provincia... ma lei viene da Qui forse cio' non costituisce una novita'... - io sorrido per rassicurarla.
-Magari puo' capitare di dover lavorare un poco piu' delle otto ore... - continua lei.
-Non c'e' problema - dico io.
-Per questa ragione poi e' necessario trasferirsi a Ciuccione, dove c'e' la fabbrichetta...
-Ma io non abito poi tanto lontano... e poi il collegamento tra Qui e Macilenta e' magnificamente servito da treni diretti... e infine io sono abituato a fare il pendolare... - cerco di opporre una debole resistenza...
-Purtroppo e' una condizione imprescindibile... -. Io ovviamente cedo. "...Per cosi' poco in fondo..." penso...
-Le dico questo perche' la provicia non offre molto. Per esempio nell'intervallo per il pranzo cosa si puo' fare? Andare a pescare al Ticino, oppure prenderci il sole, o anche andarci per scopare... - io noto la volgarita' e mi limito a sorridere... ma in cuor mio rimango invece molto sorpreso.
-Ora il problema e' un'altro...- come! Un'altro? - non e' che si guadagni molto.
Io la osservavo mentre diceva questo. Per tutto il colloqui aveva sempre tenuto la medesima espressione sorridente e cordiale. Ora pero' sembrava che mi volesse sfidare creandomi dei problemi. -Si parla di un milione e quattrocento.
Io la guardo affinche' continui. -...Lorde... - Non ci metto molto a pensare... tolgo un terzo e mi rimane circa 1 milione... - ...quindi togliamo un po' di cosine e: tac, rimane un milioncino -. La mia espressione comincia salinificarsi.
-Da queste dobbiamo ancora togliere le spese per l'appartamento... diciamo cinquecentomila. Non e' che rimanga molto... Usciamo qualche volta in pizzeria, andiamo a vedere qualche film... e se poi abbiamo la donna... - la sua espressione e' sempre piu' ambigua. Mi sta' dicendo che io non quadagnero' praticamente nulla, andro' ad abitare in culo al mondo e sgobbero come un mulo... eppure mi limito a dire: -Beh... se c'e' da imparare qualcosa...
A ripensarci, forse la' dentro la faccia piu' da schiaffi era la mia.
FINE

Tempietto Saletta


Il Tempietto della Saletta

/*The little temple of Saletta*/  
tempietto saletta «Leggende di metropolitani sulla Saletta, senza biglietto ne orario. Senza cercare alcuna cosa o alcun fatto del Tempietto, ma ben accompagnati.»
 

Last modified: Mar 07, 2003 (Created: Apr 07, 1997)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

ukEnglish version
E ove un dolente suono arcano a udir ti cogli, come se li nostri andati cari, fra noi qui sono in terra, e invocan, con voce mesta, o luce tenue e ignota, o tanfo estremo e nauseabondo, ecco, lì la mirauda ha ancor alcova, e la sua fetida stirpe ancor dà prole!

Riti Notturni

/*Nocturn Rites*/ Il 'tempietto' della Saletta. Ricordo che da giovanissimo me ne parlavano un po' tutti. A scuola: i compagni di classe, tra gli amici qualcun altro, al bar: quelli appena conosciuti, a casa: la sorella sua volta riportava le voci che a sua volta raccoglieva. Più o meno di tutte quelle storie mi ricordo questo:
  1. Porta sfiga. Gente che ci è stata ha subito gli incidenti più disparati: dalla morte a stranissimi inconvenienti al motorino (insomma... è passato un po' di tempo);
  2. Lo scantinato è popolato dalle serpi 'Mirauda' (ovvero Colubrinae Hierophis viridiflavus), terribili bisce, non velenose, ma dal morso dolorosissimo;
  3. Cunicoli lo collegano fino alla città (una ventina di chilometri);
  4. Si verificano anomalie spazio-temporali come quelle paventate nel triangolo delle Bermuda;
  5. Riti satanici di una setta misteriosa.
Lo ammetto, ci ero già stato prima della volta che mi appresto a raccontarvi... ovviamente non appena in possesso del motorino. Era diverso da come è ora. Forse da lontano era più romantico, grazie al vialetto delimitato da altissimi pioppi. Un cataclisma apocalittico (un contadino con una motosega) li ha schiantati disordinatamente al suolo, come se un dio incurante della devastazione che stava per produrre si fosse apprestato a fare una mano di Shangai, poi subito interrotto per appagare qualche altro capriccio. Oppure un esorcista, deciso a porre termine alle visite da parte degli spettri del luogo al paese vicino aiutato da una ruspa e protetto da simboli sacri avesse sigillato una volta per tutte quella porta dell'inferno.
Al termine del vialetto di circa 100 metri, al centro di una radura rotonda delimitata ancora da pioppi c'è il tempietto. La costruzione è di forma poligonale regolare del diametro di circa sette-otto metri. Così la radura risulta essere di una ventina. Dimenticavo. Affacciato alla radura è anche un piccolo cimitero abbandonato, di quelli con l'erbaccia, le lapidi divelte e il basso cancelletto arrugginito. Vialetto e radura si insinuano come il molo su un lago in seno alle risaie della pianura.
Non è difficile suggestionare le persone con storie come queste. Oltretutto come vi dicevo, queste storie sono patrimonio comune, essendo i miei amici della stessa mia città.
Eppure, intorno alle 22 di quel giugno, il tramonto si era completato da un bel pezzo, e la proposta di andare a visitarlo venne accettata con la minima insistenza.
Parcheggiammo sul piazzale che un tempo era l'inizio del vialetto, e lì mi resi conto del disastro che era stato compiuto.
Di notte, specie se senza luna come quella, si intuiva solamente la sagoma del complesso, delineata dai bagliori della città lontana. Le risaie allagate riflettevano la luce lunare diffusa da un sottile velo di nuvole.
Si procedeva in fila indiana. Lungo l'argine del fosso perché il vialetto, a parte gli alberi schiantati era melmoso per recenti piogge. Ogni volta che l'argine si abbassava si rimaneva impantanati, in compagnia delle placide ranocchie in caccia notturna.
Ora però la faccio breve: arrivammo alla radura e scoprimmo che era tutta ricoperta di arbusti, ortiche e detriti. Sacrificammo un volontario che fu costretto volontariamente ad aprire il passaggio. E sempre volontariamente gli intimammo di non lamentarsi più tanto del bruciore dei lembi contaminati di pelle. Visitammo il tempietto ma non il cimitero che era in condizioni di accessibilità ancora peggiori della radura. Come volevasi dimostrare non ci successe nulla. FINE

Me l'esplorazione può proseguire

Giunto al 2003 vale la pena aggiornare la pagina per rimarcare alcune novità, non tanto sul mistero del Tempietto, quanto sulla disponibilità di documentazione su molti altri misteri. Particolarmente dotato di riferimenti alla campagna vercellese è un sito a cui rimando volentieri. Trovarlo è stata una pura casualità, visto che stavo cercando informazioni su un parco di rocce della florida, allestito in maniera misteriosa da un emigrato russo che nottetempo azionava nientepopodimeno che macchine antigravitazionali di sua invenzione.
Trovare spunti di ricerca del genere non è difficile. Basta guardare trasmissioni fortunate come 'Stargate' dove è estremamente facile venire a conoscenza di palesamenti dell'esistenza di marziani o alternativamente di esperimenti militari o occultamenti di prove da parte di organismi federali.
FINE

Uomo Giappone


L'uomo del giappone

/*The man from japan*/  
giappone uomo «Dell'uomo del giappone so molte cose. E poi Ho avuto molte esperienze. Mi manca moltissimo l'esperienza asian, ma per quella rimane sempre la speranza.»
 

Last modified: Apr 04, 1997 (Created: Apr 04, 1997)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

ukEnglish version

L'uomo del giappone

/*The man from japan*/ Forse non sono il più indicato a trattare l'argomento... però vi dirò tutto quello che so del giappone... o più in generale dell'uomo di oriente.
esperienze dirette

Esperienze dirette

Stampe
Stampe cinesi: 'ciao, verresti a casa mia? Ti faccio vedere la mia collezione di stampe cinesi...'
Ritardo
Il primo consulente con cui ebbi a che fare disse ad alcuni ritardatari ad una riunione: 'quando ero in giappone, chi arrivava in ritardo, pagava lo stipendio agli altri nella misura del tempo che faceva perdere agli altri'
Maestro
Quando facevo judo, alla terza volta che, nonostante sempre nuove indicazioni, gli 'entrai' sui coglioni, il mio maestro chiese di cambiare partner.
Sciasciasciosci
Il nome dell'uomo del giappone che probabilmente esce con Sindy in una nota canzone di Elio e le Storie Tese.
sesshin
Una serata buddista fui iniziato al sesshin spinto.

Zen

Watts
Il mio libro preferito sullo Zen.
Morte
'Morte di un maestro del tè' il mio film preferito sullo Zen.
Partire
'Perché Bodhi Dharma è partito per l'oriente' un altro particolare film sullo Zen.
Barthes
Qualcosa un poco su tutti i libri... Cominciare per il tema specifico da 'L'impero dei segni'.

Film

Impero
Il pensiero mi vola alla prima visione di 'Ecco l'Impero dei Sensi' (Oshima, mica cazzi): spesso è difficile trovare il partner ideale.
Samurai
Toshiro Mifune come Clint Estwood, Sergio Leone molto peggio di Kurosawa.
Sex
'Sex and Zen' eccezionale scena musical-Lesbian, e poi ancora, grandi concetti di chirurgia.
Acciaio
Tetzuo, inquietante e frastornevole. Mi ricorda di quando andavo a giocare in un deposito di rottami.
Anti-Spielberg
Dello stesso regista di Tetzuo: avete mai visto due pirla in bicicletta di notte nei corridoi di una scuola inseguiti da uno spettro straincazzato? Hiruku the goblin.
Mostri
Tomoyuki Tanaka: indovina indovinello: chi è?.
Muffe schifose
Matango il mostro.
Herzog
Tokio-Ga per imparare qualcosa di Tokio e del giappone per quanto riguarda il cibo, il golf, e il cinema.
Ford (forse)
Un naufrago aviatore americano (Coburn), e un naufrago giapponese (Mifune) in difficile convivenza su un'isola.
Monnezza
'Delitto al ristorante cinese': ...mandale me colso via lo culo ventitle.
Franco
'Dalla sicilia con furore': due scuole a confronto per apprendere il segreto della 'mano di travertino': 'con chi l'hai' e 'l'ho con te'.

Kung-Fu

Bruce Lee
In fin dei conti addomesticato.
Lei Lee
Samurai con un braccio solo.
Salti
Niente male senza le ali. Da terra ai tetti, intercettamento aereo con scambio di una rapidissima gragnola di colpi.
Allenamento
Infilando le mani nella brace, tastando un tronco pieno di pioli.

Carto-o-ni anima-a-a-a-ati giap-pone-e-e-e-esi

Capezzoli
le giapponesi dei cartoni animati, dalle bambine alle mondane più incallite, sono sempre rappresentate imberbi e col seno privo di capezzolo.
Heidi
presto su questa pagina le foto della stazione di Meinfeld. Caspita che storia triste quella della nonnina e i panini bianchi...
Goldrake
ben presto avevo cominciato a parteggiare per i 'Vegani'. Padre, la luna è rossa. Delle prime serie li ho visti tutti.
Mazinga e Mazinga Z
Molto antipatici. Come Goldrake, e se possibile con ancor meno ironia. Ricordate i razzi-mammella di Venus?.
Jeeg
Come Goldrake, Mazinga e Mazinga Z. Forza extraterrestri! Credo di averli visti tutti...
Super car
Fantastica escalation del numero di motori. Superato il numero di tre mi sono arreso.
Ninjia
Molto misterioso. Uscito in italia prima che si diffondesse sul globo la serie di film dal titolo omonimo.
Daitarn III
Il massimo dell'ironia per il genere. E con la forza del sole, vincerò. Attacco solare!
Gundam
Ricco di pathos. Credo di essere riuscito a vedere tutta la serie televisiva.
Capitan Harlock
Bambina insopportabile. Il primo a cui mi fossi veramente affezionato.
Lupin III
Probabilmente il migliore... almeno fino ad un certo punto. Citerò: Margot e Fushiko, e ancora le apparizioni di FIAT 500 e 2 CV.
Pollon
Ricco di amabili personaggi.
Carletto il principe dei mostri
Mhe-he-he.

Toni Fusaro

Antonio Inoki
Ingresso con marcetta. Laccio californiano. Spacca-cervello. Doppio calcio aereo. Schiacciata. E le sue vittorie nell'ultimo minuto. E le apparizioni di udite, udite cavatappi! Risse a bordo ring.
André the Giant
Mostruoso e tutto madido di sudore.
Habdul the butcher
Imprevedibilmente agile.
Tiger mask
Atleta eccezionale. Guai a cercare di strappargli la maschera!
Hulk Hogan
Cattivo riabilitato.
FINE