Profumo Tigli


Profumo nel Viale dei Tigli

/*Parfum aus Unter den Linden*/  
profumo tigli «Messe a discorrere le due ragazze delle solite cose. Io a differenza loro, lungo il Viale dei Tigli discorro di shopping, profumo e vari balocchi.»
 

Last modified: Jul 17, 2004 (Created: Jun 15, 1998)
Location: http://paris6969.altervista.org
Feedback: paris6969@altervista.org

Tutti i contenuti di paris6969.altervista.org sono proprietà dell'autore paris6969@altervista.org e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali relative ai diritti d'autore (copyright). Non possono essere utilizzati in tutto o in parte.

Profumo dei Tigli

Mi sono innamorato dello shopping. Sarà per questo che dormo poco. Mi sono innamorato in un posto falso che ho visitato e che era piano di negozi. Persino il ristorante/rivendita di cose genuine e tipiche era falso. Anche le piante nei vialetti. Le piante false non hanno linfa. Muoiono ancora, ma neanche se ne accorgono più. Hanno la corteccia seccata che lascia intravedere un massello tarlato, secco, intaccato dai parassiti, forse anche loro sono falsi altrimenti gradirebbero un legno strettamente biologico per la loro dieta. Le piante vere profumano. Unter den Linden. Non avevo compreso quanto importante fosse quel viale. In Emilia, non si parla tedesco, ma le piante (che neppure lo parlano) hanno il profumo dei Tigli. Non preoccupativi, nessuna mutazione transgenica. Le piante che profumano di Tiglio sono Tigli. In albergo lascio la finestra aperta e mi lascio coinvolgere dall'insolita sensazione di essere in una enorme camera mortuaria. L'albergo ha i drappi porpora alle pareti, tende porpora, moquette porpora, e un intensissimo odore dolce di fiori. La sensazione è insolita anche perché non è mai successo che io sentissi sto profumo. Per un Berlinese sarà pure normale, se addirittura gli ha dedicato un intero corso. Adesso dovrò verificare questa intuizione sulla necrofilia dei Berlinesi. Ma per me, che sono per un quarto di sangue emiliano, non è per nulla solito. Posso anche ipotizzare che sia un'allucinazione olfattiva.
Anche Navicella è stimolata dai Tigli e vorrebbe dialogare con la signorina della porta Viacard. Ma lei non è gentile come la mia Navicella. È legnosa. Vuole soldi, li vuole da tutti e non se ne fa mai un problema.
Frequenta molta gente. Navicella invece parla poco ma ha molto viaggiato. Ho cercato di far far loro amicizia, come potrei cercare di farla fare al mio cane incontrando un altro cane dall'aspetto simpatico, o anche dall'aspetto simpatico del suo padrone. Anche quando si vuole far fare amicizia a due bambini li si mette di fronte e si introduce un discorso. Non è stato un gran risultato con Navicella... lei dava indicazioni di viaggi e avventure e l'altra indicazione di pagamenti.
FINE